OMICIDIO PAMELA MASTROPIETRO, CRIMINOLOGA URSULA FRANCO: INNOCENT OSEGHALE HA AGITO DA SOLO (intervista)

Innocent Oseghale

Le Cronache Lucane, 13 febbraio 2019

La dottoressa Ursula Franco si era espressa su questo caso già all’indomani del ritrovamento della valigie contenenti i resti di Pamela. Oggi, in occasione dell’inizio del processo ad Oseghale, torna a farci riflettere.

“L’unico responsabile dell’omicidio di Pamela Mastropietro e del sezionamento del suo cadavere è Innocent Oseghale. L’omicidio della Mastropietro è un omicidio senza un apparente movente perché il movente è intrapsichico. Oseghale non ha ucciso Pamela in seguito ad un approccio sessuale o ad una violenza sessuale, l’ha uccisa per smembrarla e per poi “manipolarne” i resti, in poche parole questo omicidio non è altro che l’ACT OUT delle fantasie del suo autore. Le due valigie con i resti di Pamela non sono state occultate, ciò permette di escludere che quel sezionamento fosse finalizzato all’occultamento. Il medico legale ha dichiarato: “lo strazio inflitto al corpo va molto oltre ciò che sarebbe stato necessario per chiuderlo in due valigie”, quello “strazio” (depezzamento e lavaggio) è servito ad Oseghale per saziare un proprio bisogno psicologico. Nell’analisi di un caso giudiziario non c’è spazio per la fantasia (branco di nigeriani, riti della mafia nigeriana e chi più ne ha più ne metta), sono le risultanze investigative a fornire la soluzione, un caso giudiziario è quello che è, non quello che si vorrebbe che fosse”.